Coronavirus, come comportarsi con l’aria condizionata? Leggi le linee guida

L’emergenza Covid-19 ha posto l’attenzione sul ruolo degli impianti aeraulici e su come i criteri di realizzazione, uso e manutenzione di tali impianti influenzino la propagazione degli agenti infettivi negli ambienti chiusi. Il tema è diventato ancora più importante con l’arrivo della stagione calda, che ha spinto molti utenti a interrogarsi sul modo più sicuro per adoperare gli impianti di condizionamento nelle abitazioni private e nei luoghi di lavoro.

Le notizie diffuse dagli organi di stampa nelle scorse settimane, oltre alle indicazioni normative non sempre coerenti tra loro (pensiamo per esempio all’incertezza sui termini “sanificazione” e “igienizzazione”) hanno generato una certa confusione sia tra gli utenti finali sia tra i professionisti del settore.

Per fare chiarezza, pubblichiamo un’agile guida redatta da Livio Mazzarella, professore Ordinario di Fisica Tecnica al Politecnico di Milano, uno dei massimo esperti in ambito termotecnico. Dalle possibili vie di trasmissione del virus Sars-CoV-2 ai vantaggi che derivano dal corretto utilizzo dei diversi impianti di climatizzazione, le Linee Guida — promosse dalle associazioni AiCARRANGAISA e CNA Impianti — sono uno strumento di consultazione rapido e scientificamente accurato per spiegare i rischi ma anche i benefici degli impianti di climatizzazione nella stagione più calda.

Le linee guida si possono leggere online di seguito oppure scaricare a questo link in formato PDF.